SCUD nucleari per Pyongyang

48

COREA DEL SUD – Seul 28/06/2016. La Corea del Nord ora può colpire la base navale statunitense di Yokosuka, in Giappone, con i suoi Scud a corto raggio.

Riporta la notizia il quotidiano, JoongAng Ilbo. L’intelligence sudcoreana ha stabilito che i nordcoreani Scud-Er, noti come Hwasong-7, possono viaggiare a più di 1.000 chilometri, abbastanza a lungo per coprire non solo la penisola coreana, ma anche le installazioni militari degli Stati Uniti in Giappone. Se l’ultima valutazione sugli Scud-Er risultasse accurata, Pyongyang può aggiungere colpire le basi militari statunitensi in Giappone, impedendo così il loro utilizzo in caso di conflitto tra i due stati coreani. Lanciato da una unità di prima linea a Kangwon, lo Scud-Er può colpire la base navale statunitense di Yokosuka, che ebbe un ruolo vitale nel mantenere la Settima Flotta statunitense durante la guerra di Corea del 1950-1953 e potrebbe oggi servire come base di lancio per future spedizioni americane; la base ospita anche una portaerei a propulsione nucleare. Il Giappone aveva già dichiarato che questi Scud hanno un raggio di azione di 1.000 km in un libro bianco del 2015. Pyongyang ha più di 600 Scud e questa nuova capacità di Pyongyang di colpire il Giappone costringerà Tokyo e Washington a cambiare completamente la loro strategia di difesa missilistica. Secondo quanto riporta il quotidiano, la Corea del Nord starebbe accelerando i suoi sforzi per miniaturizzare le testate nucleari in modo da poterle montare sugli Scud; se fosse vero, significa che Pyongyang sta ampliando la sua capacità di offesa nucleare a corto raggio.