Sradicamento cristiano dell’oppio nel Kachin

11

MYANMAR – Yangon 24/02/2016. Un gruppo cristiano anti-droga ha detto di voler distruggere i campi di papavero da oppio nel nord del Myanmar dopo la fine dello stallo con le autorità.

Il gruppo Pat Jasan, gruppo cristiano oltranzista, riporta Channel News Asia, i cui seguaci indossano divise militari, noti per i tratti di frusta dati ai tossicodipendenti, si era accampato da diversi giorni a Waingmaw, nel Kachin. Erano stati fermati dalle autorità che temevano scontri con gli agricoltori di papavero. Il Myanmar è il secondo produttore mondiale di oppio dopo l’Afghanistan.
Il traffico di stupefacenti e la tossicodipendenza sono diffusi nel Kachin, teatro di scontri tra ribelli forze governative per 17 anni fino al cessate il fuoco del 2011. Pat Jasan è stata fondata due anni fa dalla Chiesa Battista Kachin e oggi aiuta decine di migliaia di membri. La prova di Pat Jasan ha messo in dubbio l’efficacia degli sforzi del governo centrale nel combattere la produzione di oppio nelle regioni di confine; il commercio di droga in quelle zone è praticato da tutte le parti in lotta, infatti, e il gruppo cristiano ha usato metodi particolari che hanno rasentato l’uso della violenza. Occorre aggiungere che gli agricoltori impoveriti nelle zone montuose e remote del nord del Myanmar hanno poche alternative valide alla coltivazione dell’oppio. Gli stessi agricoltori si lamentavano dei metodi, dicendo che avrebbero reagito, perché hanno investito molto nel raccolto di quest’anno e se sradicato sarebbero stati privi di altre forme di sostentamento.