20 arresti a Mosca per terrorismo

4

RUSSIA – Mosca 20/10/2015. Venti persone sono state arrestate il 20 ottobre durante un raid della polizia russa a Mosca con l’accusa di avere legami con il gruppo internazionale islamista fuorilegge Hizb ut-Tahrir al-Islami.

Ne ha dato notizia il ministero degli Interni russo pubblicando un comunicato sul suo sito web. «Come risultato dell’operazione, 97 persone sono state portate alle stazioni di polizia per trovare l’evidenza per collegamenti a eventuali attività illegali (…) Venti membri della cellula estremista, compresi i leader, sono stati arrestati» si legge nel comunicato. Gli arrestati erano impegnati nel reclutamento di nuovi adepti nella comunità musulmana moscovita, raccogliendo ad esempio fondi, utilizzati anche per i militanti che operavano in altri teatri. L’operazione Fsb ha interessato 24 località, accanto agli arresti, ha portato al sequestrato di carte di credito, di materiale estremista in formato elettronico e cartaceo, teso alla creazione di un califfato mondiale. Hizb al-Tahrir (Partito Islamico di Liberazione) è una rete internazionale islamista che si configura come un partito politico, e intende unificare i paesi musulmani in un unico califfato governato da una rigorosa interpretazione della legge islamica. È stata fondata nel 1953, e sarebbe presente in 40 paesi; a seguito di una sentenza della Corte suprema russa del 2003 è una organizzazione illegale in Russia.