Isis vuole la Prima o la seconda Roma?

30

ITALIA – Roma 23/09/2014. Il messaggio di Abu Muhammad al-‘Adnani ash-Shami, portavoce dello Stato Islamico, in un passaggio cita la presa della «vostra Roma» lanciando un segnale inquietante contro l’Urbe.

Leggendo però i passaggi precedente e successivo del messaggio di Adnani, potrebbero essere anche interpretati in maniera lievemente diversa: si tratterebbe della seconda Roma, cioè di Costantinopoli, oggi Istanbul.
La parte che riguarda “Roma” si innesta in un attacco virulento al presidente statunitense Barack Obama; ve la proponiamo così come appare nel testo del messaggio, che è in inglese: «E così vi promettiamo con il permesso di Allah che questa campagna sarà la vostra campagna finale. Sarà spezzata e sconfitta, proprio come lo sono state tutte le vostre campagne precedenti, solo che questa volta ci saremmo noi a fare razzia nel vostro territorio e non voi. Noi conquistaremo la vostra Roma, spezzeremo le croci, e renderemo schiave le vostre donne, con il permesso di Allah, l’Eccelso. Questa è la Sua promessa fatta a noi; Gli sia resa gloria perché Egli non manca alla Sua promessa. Se non saremo a farlo noi nel nostro tempo, i nostri figli e nipoti lo faranno, e loro venderanno i vostri figli come schiavi al mercato degli schiavi. Su l’autorità di ‘Abdullah Ibn’ Amr Ibn al-‘As (che Allah l’Altissimo sia soddisfatto), che ha detto, “Siamo stati con il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) per scrivere quello che stava dicendo , quando gli è stato chiesto, ‘quale delle due città sarà conquistata per prima? Costantinopoli o Roma? ‘Allora il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) ha detto,’ La città di Eraclio sarà la prima ad essere conquistata”. Cioè la città di Costantinopoli. Questo fatto è stato riferito da al-Hakim in “Al-Mustadrak” secondo le condizioni dei due sceicchi (Bukhari e Muslim) e dichiarato autentico dall’Imam adh-Dhahabi. Così mobilitate le vostre forze, oh crociati. Mobilitate le vostre forze, ruggite con tuoni, minacciate chi volete, tramate, armate le vostre truppe, preparatevi, colpite, uccidete, e distruggeteci. Tutto questo non vi servirà a niente. Sarete sconfitti. Non vi servirà a niente, perché il nostro Signore, l’Eccelso, il Forte, ha promesso la nostra vittoria e la vostra sconfitta. Inviate armi e attrezzature a i vostri agenti e ai vostri cani. Preparateli con le più moderne attrezzature. Inviategliene molte, perché finirà come bottino di guerra nelle nostre mani con il permesso di Allah. Si spenderete molto per farlo, sarà un rimpianto per voi, e sarete sconfitti. Guardate i vostri veicoli blindati, macchinari, armi e attrezzature. Sono nelle nostre mani. Allah ce lo ha concesso. Noi vi combattiamo con questi mezzi. Quindi morirete nella vostra rabbia.

{In effetti, coloro che non credono usano la loro ricchezza nell’impedire che la gente entri dal sentiero di Allah. Così la spendono; allora sarà per loro una fonte di rimpianto; allora saranno sconfitti. E coloro che non hanno creduto – saranno gettati all’Inferno} [Al-Anfal: 36].