IRAN. Parlamento chiuso per coronavirus

93

L’Iran ha annunciato da giorni infezioni tra i suoi cittadini nella città di Qom e ha adottato misure sanitarie per prevenire la malattia.

Il ministero della Sanità iraniano ha annunciato riporta Yaqein Media, che ha registrato 8 nuovi decessi e 143 casi di Covid19 nelle ultime 24 ore, e che la capitale, Teheran, ha registrato la percentuale più alta di infezioni da coronavirus.

Il Ministero ha dichiarato in una nota che «il numero di decessi dovuti al virus in Iran è aumentato arrivando a 34 mentre i casi di contagio sono 388» e che prevedeva un’escalation dei casi del virus nei prossimi giorni.

La dichiarazione riportava che «64 nuovi casi di virus sono stati registrati a Teheran nelle ultime 24 ore, che è il tasso più alto tra le città».

Il ministero della Sanità iraniano ha consigliato ai cittadini di rimanere in casa e aderire alle linee guida sulla salute, ritenute il modo migliore per ridurre la diffusione del virus. L’Iraq ha chiuso le frontiere e gli aeroporti alla circolazione di cittadini e merci con l’Iran.

Il parlamento iraniano ha poi deciso di sospendere le sessioni vista la minaccia del coronavirus con una decisione senza precedenti, preso il 28 febbraio, riporta Rt.

La decisione arriva dopo che un gruppo di alti funzionari iraniani, compresi dei parlamentari, hanno contratto il virus.

La mossa è stata annunciata il 28 febbraio da un portavoce del Majilis, mentre il coronavirus continuava a diffondersi in tutto il paese. Non è stato dato alcun termine per la sospensione del parlamento e l’organo legislativo rimarrà chiuso fino a nuovo avviso. 

Tre alti funzionari, tra cui il vice ministro della Salute iraniano, erano già stati infettati dal coronavirus: il capo della commissione parlamentare per la sicurezza e le relazioni estere Mojtaba Zonnour 4 parlamentari e il vice ministro della Salute Iraj Harirchi, alla guida della task force governativa per affrontare la diffusione dell’epidemia.

Da ultima, il vicepresidente iraniano per le donne e gli affari familiari, Masoumeh Ebtekar, ha contratto il coronavirus: «La signora Ebtekar ha mostrato segni di infezione da coronavirus ed è stata sottoposta a test. I risultati sono risultati positivi», riporta Irna.

Graziella Giangiulio