Prosegue la lotta anticorruzione cinese

50

CINA – Pechino 01/03/2015. La Cina ha espulso un alto militare coinvolto in uno scandalo di corruzione dal parlamento.

Secondo quanto riportato dai media di stato il 28 febbraio la mossa rientra nella politica cinese di eliminare la corruzione nelle sue forze armate. Il generale Liu Zheng, infatti, è stato privato dell’immunità parlamentare secondo una dichiarazione del comitato permanente del Congresso nazionale del popolo. Liu, un ex vice direttore del potente dipartimento logistico dell’Esercito di Liberazione del Popolo, è sotto inchiesta, aveva detto il ministero della Difesa in gennaio, accusato di «violare gravemente la disciplina di partito».