Accordo Guinea – Ue

35

GUINEA – Conakry. La Guinea continua il suo percorso sulla via della normalizzazione economica e della democratizzazione a due anni dall’elezione del presidente Alpha Condé.

Il governo guineano e l’Unione europea hanno deciso di firmare alla fine del 2012 il decimo Fondo Europeo di Sviluppo (Fed – Fond Européen de Développement) per la Guinea. Il fondo è di 174,3 milioni di euro ed è stato firmato da una delegazione guidata dal Ministro guineano dell’Economia e delle Finanze, Kerfalla Yansané, e dal Ministro degli Affari Esteri, François Louncény Fall.

Ciononostante, la firma fosse subordinata alla pubblicazione delle tempistiche e delle procedure per le prossime elezioni legislative. In effetti, Bruxelles aveva espressamente richiesto al governo di Conakry la presentazione di scadenze e procedure sicure per le elezioni parlamentari che, di fatto, non si sono mai svolte nel Paese. La definizione dell’incarico del presidente della Commissione Elettorale Nazionale Indipendente (Ceni), Bakary Fofana, è stato il primo passo fatto ad ottobre. A pochi mesi dalla sua istituzione, Fofana ha già fissato la data al 12 maggio prossimo. Il passo necessario per ottenere il via libera da Bruxelles per il fondo economico di sviluppo.