Crimea, il mondo della cultura russa è con Putin

72

RUSSIA – Mosca. 12/03/14. Secondo il giornale Lenta. Ru, più di 100 personalità del mondo culturale russo avrebbero firmato una lettere a sostegno della politica di Putin in Crimea. La Lettera della cultura è pubblicata sul sito del ministero della Cultura russo, e comprende la firma di 102 personalità.

Allo stesso tempo, secondo “Interfax”, la notte del 11-12 Marzo presso la sede del Ministero della Cultura sono giunte 300 lettere, 64 dei quali – di artisti, il resto – di giornalisti. Così, secondo l’agenzia, l’elenco è già arrivato a 150 persone. In particolare tra le sigle vi erano quelle del mondo musicale della popolare band “Buranovskie nonna”, la cantante Valeria e suo marito, il produttore Joseph Prigogine, cantante Sergei Trofimov, noto come Trofim, attori Boris Klyuyev e Eugene steli, così come regista e produttore Igor Ugolnikov. La Lettera, pubblicata sul sito del ministero afferma che i sottoscrittori dichiarano il loro sostegno per la carica di Presidente della Federazione russa in Ucraina e in Crimea, ma in cosa consiste questo sostegno non è spiegato. «Nei giorni in cui si decide la sorte dei nostri connazionali e della Crimea, i personaggi della cultura russa non possono essere osservatori indifferenti con un cuore freddo. La nostra storia e le radici della nostra cultura e le sue origini spirituali comune, i nostri valori e il linguaggio fondamentali ci uniscono per sempre. Vogliamo che la nostra comunità di popoli e culture abbia un forte futuro», dice il rapporto. Inizialmente, la lettera era firmata da 86 firme. Tra i firmatari erano Oleg Tabakov, Alexei Batalov, Vasili Lanovoi, Fyodor Bondarchuk, Pavel Lungin, Oleg Gazmanov, Zurab Tsereteli, Edgard Zapashnyy, Valery Fokin, Nicholas Rastorgouev Vladimir Urin, Karen Shakhnazarov e altri.