PALESTINA. Xi Jinping sostiene la soluzione dei due Stati

137

Il presidente cinese Xi Jinping ha espresso il 20 luglio il sostegno della Cina alla “soluzione a due Stati” del conflitto israelo-palestinese, che secondo il presidente cinese è sempre stata la questione centrale in Medio Oriente.

Parlando per telefono con il leader dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas, il leader cinese ha affermato che la questione palestinese riguarda la pace e la stabilità regionale, l’equità e la giustizia internazionale, nonché la coscienza e la credibilità umana. «La posizione della Cina sulla questione», ha detto Xi, «è stata coerente e chiara: la Cina sostiene fermamente le giuste richieste della Palestina e tutti gli sforzi per la risoluzione del conflitto (…) La “soluzione a due Stati” è il giusto approccio al problema», ha detto Xi, aggiungendo che la Cina è pronta a continuare a contribuire ad una «soluzione globale, equa e duratura» del conflitto, secondo quanto riporta Jns.

«I cinesi e i palestinesi sono stati amici e buoni partner», ha detto Xi, «e si sono sostenuti a vicenda nei loro interessi fondamentali».

La Cina ha ripetutamente espresso preoccupazione per il piano di Israele di annettere parti della Cisgiordania e ha riaffermato il suo sostegno alla Palestina nella costruzione di uno Stato indipendente e sovrano sulla base dei confini del 1967, con Gerusalemme Est come capitale, riporta Cgtn.

La Cina ha inviato diversi lotti di forniture mediche e ha squadre di esperti in Palestina per la lotta contro la pandemia ha detto Xi, aggiungendo che la Cina continuerà a condividere l’esperienza con la Palestina e a fornire forniture e supporto tecnologico.

Da parte sua, Abbas ha ringraziato la Cina per il suo sostegno durante l’epidemia di Covid-19 e per i suoi sforzi riguardo alla questione palestinese, definendo la Cina l’amico più affidabile del popolo palestinese, secondo il sito israeliano.

I palestinesi sostengono la posizione della Cina su Hong Kong e su altri interessi fondamentali cinesi e si aspettano che la Cina giochi un ruolo maggiore nella questione palestinese, ha detto Abbas.

Lucia Giannini