Reclutamento jihadista in Olanda

51

PAESI BASSI – L’Aia 30/07/2014. Molto attiva è la presenza jihadista nella rete olandese.

Attraverso i social media, riporta il Ctc Sentinel, la stampa olandese e informazioni rilasciate dalle autorità, sono stati identificati 37 individui che combattuto in Siria. Si tratta di un incremento di 17 persone rispetto all’ottobre del 2013, tra di essi tre donne e due minori.  La componente principale è rappresentata da olandesi-marocchini, seguono poi turchi, iracheni, curdi, balcanici, e somali. Tra di loro due convertiti olandesi presenti  oggi ad Aleppo. L’età media è di 22 anni; la maggior parte proviene da L’Aia, Zoetermeer, Delft e Arnhem. Secondo uno studio dell’Aivd, su un totale di 100-150 jihadisti olandesi in Siria, due hanno commesso attacchi suicidi in Siria e in Iraq; dodici sono morti in Siria; e almeno 30 combattenti sono tornati nei Paesi Bassi. Circa 20 donne sono attualmente in Siria, la maggior parte delle quali si ritiene abbia seguito i mariti sul campo di battaglia. Ad ottobre 2013, uno manifesto di 150 pagine, De Banier è stato pubblicato, tra gli altri, da Abu Fidaa’, il “portavoce” dei jihadisti olandesi in Siria fino alla sua morte nel novembre 2013. È un rifiuto del capitalismo e dello stile di vita occidentale. L’Islam si presenta come la soluzione ai problemi socioeconomici del Vecchio Continente. De Banier sostiene che i paesi occidentali, guidato dalla Cia, hanno dato il tacito assenso a Bashar al-Assad per uccidere i musulmani con qualsiasi mezzo necessario. Sulla base di una serie di hadith, gli autori credono che il conflitto siriano la guerra decisiva per scatenare la terza guerra mondiale. L’alternativa musulmana non è quella contemporanea, fratturata in molte Tradizioni ma è il ritorno alla società ai primi tempi dell’Islam. Recentemente, i combattenti olandesi sono diventati più visibili sui social media e sulla stampa olandese, in particolare quelli che si sono uniti i ranghi dello Stato Islamico in Iraq e il Levante, Isil, che sembra essere migliore nella propaganda on line in lingua olandese di Jabhat al-Nusra. Il 24 giugno, un gruppo di jihadisti olandesi sotto il nome di “Fighting journalists” ha caricato un video promozionale su YouTube dal titolo “Oh Oh Aleppo Spookstad”, che è stato distribuito sul canale jihadista olandese Hub De Ware Religie e Shaam al Ghareeba. Nel video, i jihadisti camminano tra le macerie di Aleppo. Nel video l’esercito araba siriana è descritto come “disumano macellaio” perciò vale la pensa di portare la jihad in Siria. I jihadisti, vi si sostiene, sono i protettori degli innocenti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteBase Usa a Termez?
Articolo successivoIn fuga dalla Libia