Atene dubita delle sanzioni anti Russia

103

GRECIA – Atene 01/06/2016. Il vice Ministro degli Esteri della Grecia Nikos Ksidakis non ritiene automatico che le sanzioni dell’Unione Europea contro la Russia saranno estesi.

Ksidakis, in una intervista pubblicata sul quotidiano russo Kommersdant, il 31 maggio, ha detto: «Non posso conoscere la decisione finale, tuttavia, tutto suggerisce che le sanzioni saranno estese, ma è in atto una seria discussione. E, naturalmente, le sanzioni non sono per sempre». Secondo lui, all’interno dell’Ue si sta discutendo la necessità di analizzare tutta la situazione, evitando di rinnovare automaticamente le sanzioni: «Nell’Ue, sempre più voti sono per la revoca delle sanzioni. Questo parere è sempre più forte» ha sottolineato Ksidakis. Lo scorso 26 maggio, riporta inoltre Lenta.ru, lo stesso Ksidakis aveva detto che Atene si sarebbe opposta all’estensione delle sanzioni sulla Russia, nella loro discussione all’interno dell’Unione europea: «La posizione della Grecia è che le sanzioni siano un male nei reciproci rapporti euro-russi e non vanno a beneficio di nessuno. Basta con il clima di tensione». Pochi giorni dopo, il 30 Maggio sulla possibilità di una graduale soppressione delle restrizioni anti-russe si era espresso, il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier. La decisione relativa al prossimo ampliamento o eliminazione delle sanzioni Ue contro la Russia dovrebbe essere adottare entro la fine di giugno.