DRONI. Pechino fa volare il primo Uav a 3 motori

64

Sviluppato dalla Cina, il primo grande drone a tre motori al mondo ha recentemente effettuato il suo primo volo, e rivelandosi molto affidabile e versatile grazie al motore extra: potrebbe essere utilizzato in missioni di trasporto e di attacco. Ideato e sviluppato dalla Tengden Technology Co di Chengdu, il drone è decollato ed è atterrato la scorsa settimana in un campo d’aviazione nel sud-ovest della Cina, segnando il suo primo volo inaugurale, riporta il Chengdu Daily.

Il drone è una variante a tre motori dello Scorpion della Tengden, ed è una novità nel settore degli Uav, riporta il Chengdu Daily, senza dare la designazione della nuova variante. Il drone ha una larghezza di 20 metri e una lunghezza di 11 metri. È dotato di tre motori, uno sotto ogni ala e uno sulla coda, che gli consentono di avere un peso massimo al decollo di 3,2 tonnellate e una durata di volo di 35 ore.

Il drone può volare a 9.500 metri di altezza, una velocità massima di salita di 10 metri al secondo e una velocità massima di oltre 300 chilometri all’ora, ritenuto molto versatile e può essere impiegato sia in campi d’aviazione preparati che in zone di altopiano.

Il drone utilizza motori a pistoni, che sono a basso costo ma hanno una lunga durata di vita, è anche molto efficiente in termini di costi. Il motore extra rende questo nuovo drone più potente, in grado di trasportare più carico utile e di decollare a distanze più brevi, riporta Global Times. 

Questo permette al drone di essere utilizzato per una più ampia gamma di scopi, come la logistica e il trasporto, oltre ai tradizionali scopi del drone, tra cui pattugliamento, ricognizione e attacco.

Il drone può anche essere utilizzato in aree come il soccorso in caso di calamità, la lotta agli incendi boschivi, la mappatura geografica, l’osservazione meteorologica e comunicazioni aeree, riporta chinanews.com.

Se uno o due motori non funzionano bene, il motore rimanente dovrebbe essere ancora sufficiente per permettere al drone di volare in sicurezza, rendendolo molto affidabile, prosegue il giornale. Il drone sarà «messo sul mercato su tutti i fronti» nel 2021, riporta chinanews.com.

La Cina è un player di primo piano nello sviluppo dei droni, con molte aziende statali e private che stanno diventando note a livello globale per i droni di alta qualità, come quelli per uso civile del Dji, i droni Wing Loong della China Aviation Industry Corp e i droni Ch (Rainbow) della China Aerospace Science and Technology Corp.

Tommaso dal Passo