Riad: donne al lavoro

45

ARABIA SAUDITA – Riad. 23/06/14. L’Arabia Saudita ha vietato agli emigrati maschi di lavorare nelle fabbriche di vestiario femminile, lavoro ad appannaggio del mondo femminile. Fonte Arabian business.com.

Il provvedimento nasce per rafforzare la nazionalizzazione della forza lavoro femminile. Il regno ha già spinto affinché nei negozi al dettaglio, soprattutto biancheria intima per donne, vi siano impiegate solo donne.   

Stop ai visti per sarti maschi stranieri, mentre i lavoratori esistenti nel tessile per donne, verranno un po’ alla volta sostituiti dalle donne che nel Regno stanno seguendo corsi di formazione in sartoria. 

Il regno sta cercando di aumentare il numero di sauditi assunto nel settore privato per ridurre la disoccupazione, che si stima essere intorno al 10 per cento. Inoltre sta aprendo opportunità per le donne, che finora sono stati limitate a lavori specifici stanziati dal governo. Tuttavia, alcune aziende che lavorano soprattutto per produrre beni di consumo per donne stanno formando personale femminile.