BULGARIA. Grande incertezza su chi vincerà le elezioni del 4 aprile

74

Visto che non si può fare campagna elettorale con raduni di massa a causa della pandemia, il primo Ministro bulgaro Boyko Borissov ha attraversato il paese nella sua Jeep e ha usato la diretta Facebook nel tentativo di raggiungere la gente e convincerla a sostenere il suo partito, Gerb per un altro mandato.

I bulgari voteranno per il 4 aprile, con il risultato visto come il più incerto degli ultimi decenni, dato che i sondaggi indicano che i partiti tradizionali al potere non otterranno abbastanza sostegno per formare un governo, e almeno tre nuove formazioni supereranno la soglia per entrare in parlamento. Il voto segue quattro anni di scandali costanti, proteste durate mesi e una crescente insoddisfazione per il fallimento del governo nell’affrontare la pandemia e la crisi economica che ha causato, riporta Bne Intelligence.

Gerb è ancora in testa ai sondaggi: l’ultimo lo collocava intorno al 28% dei voti, ben al di sopra del Partito Socialista Bulgaro, intorno al 23%. Borissov, che sta per terminare il suo terzo mandato, è ancora alto nei sondaggi, più di Gerb, ma la fiducia nel primo Ministro è in calo dopo diversi scandali.

Gerb dovrà rivedere le sue alleanze, poiché il suo attuale partner di coalizione, l’estrema destra Vmro, ha poche possibilità di superare la soglia del 4%. Per formare un nuovo governo, quindi, Gerb dovrebbe trovare un nuovo partner tra i partiti che dovrebbero guadagnare seggi.

“There Are Such People” di Slavi Trifonov è al terzo posto con circa il 13% dei voti, il che lo rende un potenziale ago della bilancia. There Are Such People è davanti al Movimento etnico-turco per i Diritti e le Libertà, Dps, che potrebbe guadagnare circa il 12%. Il Dps ha informalmente sostenuto Gerb durante il suo attuale mandato, ma Borissov potrebbe non voler entrare in una coalizione formale con un partito divenuto sinonimo di corruzione.

Nessuno degli altri due nuovi arrivati che dovrebbero entrare in parlamento sono probabili partner di coalizione per Gerb, avendo fatto parte delle proteste antigovernative di massa. In caso di impossibilità tecnica la palla per frenare un nuovo governo passerebbe al neofita Trifonov.

A causa della pandemia di coronavirus, i partiti politici non sono stati autorizzati a fare la loro solita campagna con raduni di sostenitori e hanno dovuto andare principalmente online.

Anna Lotti