Osservatore ucraino OSCE arrestato come spia da FSB

6

RUSSIA – Mosca 19/07/2016. Il FSB ha arrestato in territorio russo un interprete della Missione speciale di monitoraggio (Smm) Osce.

L’uomo sarebbe stato reclutato dai servizi ucraini, Sbu, e avrebbe raccolto dati e informazioni per i servizi speciali ucraini, secondo il Dipartimento di pubbliche relazioni del Fsb. Si tratterebbe di un cittadino ucraino di nome Artem Shestakov, nato nel 1984, affermano servizi russi.
Secondo quanto da lui confessato, nell’estate del 2015, come membro della Missione Osce a Lugansk, si è recato a Kiev, dove è stato reclutato da un agente del Sbu, nomini codice “Svarog”,Sergei Slipchenko. Nel comunicato Fsb, si legge che: «Shestakov per la Sbu nel territorio della proclamata Repubblica Popolare di Luhansk ha raccolto informazioni politiche, sociali, economiche e militari, frequentando regolarmente le autorità».
Le informazioni venivano passate alla Sbu tramite Internet. In particolare, Shestakov avrebbe dato informazioni sugli spostamenti militari, le coordinate geografiche dei luoghi di dislocazione delle unità delle milizie e i telefoni dei comandanti. Tra ottobre e novembre 2015, Shestakov, su istruzioni dell’intelligence militare ucraina, ha trasmesso le informazioni sui percorsi di movimento, sui veicoli, sui numeri di telefono di uno dei capi dei cosacchi di Dremova successivamente assassinato dai servizi speciali ucraini.