Mosca: niente credito per Damasco

47

RUSSIA – Mosca 01/09/2013.  La Russia ritarderà le forniture di aerei da combattimento e di sistemi di difesa missilistica S-300 in Siria perché Damasco non è riuscito a pagarli, riporta il quotidiano Kommersant il 31 agosto.

I 12 MiG-29M/M2 che la Russia ha accettato di vendere alla Siria non verranno forniti prima del 2016-2017, riporta il quotidiano, citando una fonte anonima di Rosoboronexport. Sebbene l’affare sia stato chiuso nel 2007, la spedizione è stata ritardata per motivi tecnici e poi sosopesa perché la Siria ha pagato solo il 30 per cento di quello che deve per i jet, riporta il Kommersant.

In precedenza i media avevano detto che sei dei 12 MiG avrebbero dovuto essere spediti entro la fine del 2013.

Un accordo del 2010 per la fornitura a Damasco di sistemi di difesa missilistica S-300, inizialmente congelati per le denunce degli Stati Uniti e di Israele, rimane sospesa anch’essa perché la Siria non ha pagato neanche l’anticipo.

Gli S-300 avrebbero dovuto essere consegnati entro il luglio 2014, ma la spedizione potrebbe essere ritardata fino al 2015 o il 2016 a meno che il regime di  Bashar Assad non paghi al più presto.

Un esperto militare citato da Kommersant ha detto che le forze di Assad hanno più bisogno di carri armati, veicoli blindati ed elicotteri da combattimento ed aerei da combattimento.

CONDIVIDI
Articolo precedenteZanne proibite
Articolo successivoYemen: dialogo a rischio