Zanne proibite

45

THAILANDIA – Bangkok 01/09/2013. La dogana thailandese il 29 agosto ha detto di aver arrestato due passeggeri vietnamiti dopo aver trovato più di 100 kg di avorio nel loro bagaglio su un volo proveniente dall’Angola.

Il bottino, che comprendeva zanne intere, perline e cubi di avorio, forme che potrebbero essere utilizzate per l’intaglio, avrebbe il valore di circa 500mila dollari secondo la dogana. L’avorio è stato trovato nel bagaglio appartenente ad un uomo e una donna vietnamiti arrivato a Bangkok con un volo della Ethiopian Airlines dalla capitale angolana Luanda. I due avrebbero dovuto arrivare in Cambogia, ma non sono riusciti a farcela dopoun inseguimento all’interno dello scalo.

La Thailandia è un noto punto di transito per il contrabbando di avorio, in gran parte destinato a ricchi acquirenti in Cina o in Vietnam, dove viene utilizzato nella medicina tradizionale o come ornamento. L’Africa ha registrato un forte aumento del commercio illegale di prodotti come l’avorio e il corno di rinoceronte. Fino a 30mila elefanti africani sono stati uccisi per il loro avorio nel 2012 e 668 rinoceronti sudafricani sono stati uccisi per le loro corna, secondo gli ambientalisti. La Thailandia è stata oggetto di critiche internazionali proprio per il suo ruolo nel commercio clandestino di siili prodotti.