Dopo la Libia ISIS occupa il Sinai

229
Giornate quasi interamente dedicate ai fatti di Londra nella rete social di ISIS. Ritornano le frasi “famose” tratte dai video dello Stato Islamico, e ancora piccoli estratti dai discorsi di al Adnani: “morirete nella vostra rabbia”, oppure “Colpiteli ovunque li troviate”, etc. L’obiettivo dei social media ISIS è quello di interiorizzare la “vittoria” per cercare emulatori anche non addestrati, anche non arruolati nelle fila del Califfato.
Svegliare le coscienze di persone inclini alla violenza che si dedichino anima  e corpo alla “vera causa di Allah”, per intenderci replicare il modello Germania della scorsa estate. Diffondere il panico. La promessa per i fatti di Londra, come fu per Parigi, è quella di altri attentati. La giustificazione, come sempre è: voi uccidete i nostri figli e le nostre donne, noi vi uccideremo nelle vostre case.
Nonostante l’arrivo delle forze Usa, i pesanti combattimenti nell’area di Mosul continuano a mietere un pesante tributo di vittime: oltre 400 persone tra morti feriti in soli 4 giorni. ISIS, come promesso, sta ricoprendo di sangue ogni centimetro di suolo di Mosul che le viene strappato. Come sempre la Siria sorprende.
Si riaccende la fiamma della guerra in Siria e questa volta porta il nome di Tahrir al Sham, o come molti dicono al Qaeda. Non è chiaro da dove arrivino i finanziamenti, le armi e gli addestratori e ancora i combattenti preparati sia a livello tecnico che tattico. Per quante katibe abbiano infatti fatto giuramento a HTS, non è possibile dalla notte al giorno formare, partendo da dei giovani di bottega, degli eserciti in grado di pianificare assalti che in meno di 24 ore sono in grado di strappare 15 villaggi ad un esercito regolare.
Il Sinai oramai è caduto nel barato del conflitto. Iniziato alcune settimane fa da al Arish per debellare ISIS dalla città e dal centro Sinai in realtà si sta allargando di giorno in giorno. ISIS continua a rivendicare attentati e assassinii in tutta l’area del Sinai; Bayan, Sheik Zuwaid, Rafah, al-Shehhi, El-Arish, teatro quest’ultima di prolungati scontri con l’esercito.
Redazione
DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico.
È possibile acquistare il libro su Tabook.it