CINA. Riprende vita il ponte sino-russo sull’Amur

118

La costruzione del tanto atteso ponte sul fiume Heilongjiang, o il fiume Amur in Russia, è iniziata nel 2016 dopo 28 anni di negoziati tra Cina e Russia.

Il ponte e le relative infrastrutture sono parti importanti del corridoio economico Cina-Mongolia-Russia nell’ambito della Belt&Road Initiative, tesa allo sviluppo nella regione, riporta Xinhua.

Nel 2013, la Cina ha lanciato l’idea dell’iniziativa Belt and Road per collegare il circolo economico asiatico e l’Europa, estendendolo poi ad altre regioni.

L’Iniziativa tocca oggi anche le province del nord est Liaoning, Jilin e Heilongjiang, che confinano con la Russia.

Si tratta delle prime regioni in Cina a essere state industrializzate: acciaio, automobili, cantieristica navale, produzione aeronautica e raffinazione del petrolio sono i settori presenti.

Le province hanno registrato una crescita economica a due cifre fino al 2012 e al 2013, quando la regione ha dovuto far fronte alla contrazione delle risorse e alla sovraccapacità industriale a causa del rallentamento economico globale.

Nel 2015, la crescita economica nelle tre province era dietro la media nazionale: Heilongjiang, Jilin e Liaoning hanno registrato una crescita rispettivamente del 5,7 per cento, 6,5 per cento e 3 per cento. Il tasso di crescita del 3 per cento del Liaoning è stato il più basso di tutte le 31 regioni cinesi.

Dopo la proposta della Belt and Road Initiative sono state migliorate le strutture di trasporto transfrontaliero e le industrie orientate all’esportazione per ringiovanire l’economia della regione, approfittando della sua posizione favorevole.

A settembre, è partito il primo carico cinese della catena del freddo da Qiqihar nek Heilongjiang verso Mosca; il treno trasportava principalmente frutta, verdura e cibo surgelato prodotti nel nord-est ed è poi ritornato con prodotti lattiero-caseari russi in Cina.

Avendo una base industriale tradizionale, l’Iniziativa ha anche incoraggiato le aziende locali a diventare globali.

Inoltre, la Provincia di Jilin ha instaurato un rapporto di cooperazione con i governi locali di 83 paesi e regioni e 382 società multinazionali nell’ambito del suo piano di espansione verso i mercati internazionali.

Graziella Giangiulio