Brexit e il Good Friday Agreement

54

di Lucia Giannini IRLANDA DEL NORD – Belfast 29/09/2016. L’Irlanda del Nord politici contesta il Brexit in base agli accordi del Venerdì Santo.

Un gruppo trasversale di politici nordirlandesi hanno conquistato in tribunale il diritto di impugnare Brexit; il gruppo sostiene che l’accordo del Venerdì Santo e il processo di pace comportano un voto parlamentare se l’Irlanda del Nord deve lasciare l’Ue.

L’Irlanda del Nord ha votato a rimanere nell’Ue con una maggioranza del 56% a giugno, riporta Mercopress.

Il gruppo, in cui rientrano politici di Alliance, Sdlp, Sinn Féin e Verdi, stanno cercando di evitare che il governo britannico attui l’uscita dall’Ue.

In tribunale si andrà a dibattere se l’accordo del Venerdì Santo prevede l’uscita dall’Ue senza un voto parlamentare.

Secondo i politici irlandesi, inoltre, Brexit infliggerà danni sul processo di pace in Irlanda del Nord perché i fondi comunitari destinati alle vittime del conflitto potrebbero essere interrotti.