USA: raid in Somalia e Libia per catturare esponenti di al-Quaeda

45

STATI UNITI – Washington. 06/10/13. Secondo l’agenzia cinese, Xinhua, il Pentagono ha confermato che i militari degli Stati Uniti sono stati coinvolti, sabato 5 ottobre, in una operazione in Somalia contro un terrorista di al-Shabaab, che è responsabile del recente attacco mortale in un centro commerciale della capitale keniota di Nairobi.

Il portavoce del Pentagono, George Little, ha detto in una dichiarazione che può confermare che il personale militare degli Stati Uniti è stato coinvolti nell’operazione durante la notte contro un noto terrorista di al-Shabaab nella notte tra venerdì e sabato. Egli non ha rivelato ulteriori dettagli, compreso il nome del terrorista mirati.
I media statunitensi in precedenza hanno citato un alto funzionario degli Stati Uniti secondo cui ad agire sarebbe stata una squadra di Navy SEALs degli Stati Uniti che avrebbe preso parte al raid di al-Shabaab in Somalia, dove il gruppo terroristico ha la sua base.
Le truppe statunitensi hanno dovuto ritirarsi prima di poter confermare se il bersaglio è stato ucciso. Le trasmissioni radiofoniche e locali della Somalia sabato hanno detto che le forze straniere non identificate hanno attaccato, nella notte, una casa nella zona della Somalia meridionale nella città di Barawe, controllata da al-Shabaab.
Secondo gli abitanti di Barawe nella regione di Lower Shabelle, l’attacco è stato lanciato via mare in una casa protetta da combattenti di al-Shabaab e la battaglia è durata per più di un’ora.
Al-Shabaab, un gruppo militante somalo legato al-Quaeda, ha rivendicato la responsabilità per l’attacco al centro commerciale Westgate di Nairobi il 21 settembre, che ha ucciso più di 70 persone.
I Media statunitensi hanno anche riferito che le forze militari statunitensi hanno lanciato un’altra operazione sabato nella capitale della Libia a Tripoli e catturato Abu Anas al Libi, un leader di al-Quaeda, legato agli attentati di ambasciate statunitensi in Tanzania e Kenya il 7 agosto 1998.
L’operazione è stata condotta con la collaborazione del governo libico, fonte un ufficiale USA. Non sono stati resi noti ulteriori dettagli.
Finora, il governo degli Stati Uniti non ha confermato la relazione della presunta operazione militare degli Stati Uniti in Libia.