Peacekeeping ONU in Ucraina?

61

UCRAINA – Kiev 21/05/2015. Il governo ucraino chiederà al Parlamento di autorizzare il dispiegamento di unità militari straniere nel territorio di Ucraina per svolgere missioni di peacekeeping.

Lo ha detto il Primo ministro Arseniy Yatseniuk in un consiglio dei ministri tenutoli 20 maggio, riporta il quotidiano Ukrainska Pravda. «Chiediamo al Parlamento di modificare la legge sulla procedura per l’ammissione e le condizioni del soggiorno di forze armate di altri Stati sul territorio dell’Ucraina», ha detto Yatseniuk. Il premier ha osservato che il presidente ucraino e il Consiglio per la sicurezza nazionale dell’Ucraina avevano chiesto l’invio di contingenti Onu con funzioni di peacekeeping nelle regioni di Donetsk e Luhansk. «Al fine di adempiere all’accordo di Minsk e riprendere il pieno controllo dello Stato su determinati territori ucraini nelle regioni di Donetsk e Luhansk, nonché per ripristinare il pieno controllo del confine di Stato tra Ucraina e Federazione russa, abbiamo inviato un appello ai nostri partner occidentali e alle Nazioni Unite affinché considerino l’invio di un contingente di pace», ha detto Yatseniuk. «Ora, in seguito ai risultati delle ultime riunioni del presidente ucraino, e il mio incontro con il Segretario generale delle Nazioni Unite, verrà esaminata la possibilità di creare un ufficio delle Nazioni Unite nele regioni di Donetsk e Luhansk, al fine di garantire l’adempimento dell’accordo di Minsk, e per effettivamente allontanare gli occupanti e aggressori russi, e, di conseguenza, per salvaguardare la pace e la stabilità in Ucraina e in Europa».