190 olandesi sono partiti per la jihad

80

OLANDA – Amsterdam. 10/04/15. Il Ministero della Giustizia olandese ha riferito che fino ad ora 190 dei suoi cittadini sono andati a combattere in “conflitti jihadisti.”

35 sono tornati e circa il 30 sono stati uccisi. Il ministero ha pubblicato gli ultimi dati il ​​Martedì. Non sono stati forniti dati in merito a una ripartizione specifica, ovvero in quali paesi i 190 cittadini olandesi siano andati, anche se si ritiene che la maggior parte di essi siano in Siria o Iraq. La minaccia terroristica nel paese è mantenuta al secondo più alto livello quello di “sostanziale”. L’ultima valutazione della minaccia, dice che anche se non ci sono “segni concreti” di possibili attacchi terroristici, gli incidenti mortali a Parigi e Copenaghen e una trama sventato nel vicino Belgio «sottolineano … ..che vi è una minaccia contro l’Europa e quindi anche contro l’Olanda». La valutazione dice che i combattenti non solo di ritorno rappresentano una minaccia, ma anche gli estremisti islamici che rimangono in Occidente. Il mese scorso, il primo ministro francese Manuel Valls ha detto che fino a 10.000 cittadini europei potrebbe combattere a fianco di gruppi estremisti in Iraq e Siria entro la fine dell’anno.