Libia: la disoccupazione scende del 15%

71

LIBIA – Tripoli. La Libia metterà mano al più presto al problema dell’occupazione, questa settimana è stata presentata una relazione da parte del governo provvisorio, in cui si mostra come il 15 per cento della popolazione che non lavorava ora è impiegato.

 

A comunicarlo alla stampa un portavoce del Ministero del Lavoro e della Riabilitazione, Rabia Ammar, che la Libia ha il 15 per cento in meno d disoccupati, la cifra è stata calcolata dal numero di candidati al Ministero del Lavoro in cerca di un posto di lavoro nel settore pubblico. Adesso il governo punto sul 10 per cento della popolazione che si stima lavori in nero e la si vuol far emergere dal sommerso. Rimane invece il grande problema dei molti impiegati del settore pubblico. «Una eccessiva forza lavoro impiegata nel settore pubblico, si legge sul Libya – Business News  è un problema in molte dittature, e il problema tende a continuare sotto regimi nuovi, risolvere il problema non è facile perché si va incidere su uno status quo acquisito». Il problema generale della disoccupazione non si risolve attraverso la formazione e lo sviluppo delle competenze, ma necessita di una prospettiva di miglioramento della qualità della vita. L’Unione europea ha annunciato il suo supporto per una nuova educazione e formazione professionale, che dovrebbe portare le persone formate ad avere stipendi migliori contribuendo così allo sviluppo del paese.