CINA. Pechino prepara la sua stazione spaziale e punta Luna e Marte

168

La Cina ha lanciato con successo il prototipo della sua nuova generazione di navicelle spaziali con equipaggio umano, ma senza astronauti, insieme a una nuova versione del suo razzo Long March 5. La capsula si è staccata dal razzo Long March 5B otto minuti dopo essere stata lanciata dall’isola di Hainan ed è stata inviata nella sua orbita designata, riporta la Cctv.

«Il volo di prova è stato un completo successo (…) È un preludio al terzo passo del programma spaziale cinese con equipaggio». ha detto l’Agenzia spaziale di Pechino, ripresa da Scmp.

Questo lancio è un passo avanti per le due grandi ambizioni di esplorazione spaziale della Cina: la costruzione di una stazione spaziale e una missione su Marte. La Cina vuole lanciare il modulo centrale della sua stazione spaziale, progettato per tre membri dell’equipaggio, la Tianhe, nel 2021. Pechino ha pianificato da decenni la costruzione di una propria stazione spaziale come alternativa alla Stazione Spaziale Internazionale, dalla quale la Cina è stata esclusa dagli Stati Uniti per motivi di sicurezza. 

Il prototipo ha una configurazione diversa da quella dello Shenzhou in grado di partire e atterrare con tre astronauti a bordo e con un carico fino a 500 kg, secondo Xinhua. Ciò significa che potrà essere usata per trasportare campioni di ricerca e hardware dalla stazione spaziale alla Terra. Mentre lo Shenzhou può trasportare tre astronauti, il nuovo design della capsula sarà in grado di ospitare fino a sei membri dell’equipaggio e, a differenza dello Shenzhou, sarà in grado di portarli sulla Luna, secondo quanto riportato dai media cinesi.

I suoi sistemi, le prestazioni in orbita e il dispiegamento con il paracadute sono tra le aree messe a dura prova. Il tanto atteso progetto della stazione spaziale è stato ritardato da problemi nello sviluppo di razzi per il trasporto dei moduli. 

Tra le altre ambizioni spaziali della Cina ci sono la sonda Mars e l’atterraggio di astronauti sulla Luna entro il prossimo decennio. Per la missione su Marte, l’orbiter e il rover Tianwen-1 senza equipaggio saranno lanciati dal Long March 5 e si prevede che la sonda impiegherà fino a sette mesi per raggiungere il pianeta rosso. La Cina sarebbe il terzo Paese a farlo, dopo gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica. 

Maddalena Ingrao