32000 in carcere per il fallito golpe

161

di Antonio Albanese TURCHIA – Ankara 29/09/2016. Circa 32.000 persone sono state arrestate nell’ambito delle indagini sul fallito colpo di stato del 15 luglio. Lo ha annunciato il ministro della Giustizia Bekir Bozdag, ripreso da Hurriyet, secondo cui ci sarebbe la necessità di costruire nuovi tribunali per processarli tutti. «Ci sono stati circa 32mila arresti. Le indagini sono ancora in corso. Quindi ci potrebbero essere nuovi arresti come conseguenza di prove, informazioni e risultati nelle indagini durante questo processo; ci potrebbero i casi, fra gli arrestati, di rilascio in libertà vigilata o scarcerazione completa.

Il numero può aumentare e diminuire dal momento che questo è un processo ancora in essere», ha detto Bozdag in un’intervista a Ntv il 28 settembre

Sono starti aperti procedimenti giudiziari contro 70mila persone, ha poi detto; Bozdag ha anche dichiarato che c’erano carenze in termini di aule di tribunale in alcuni luoghi, aggiungendo che ne saranno costruiti di nuovi se necessario. Se a Istanbul non c’era necessità, sussisteva l’esigenza nel distretto di Sincan, ad Ankara.

Il ministro ha anche aggiunto che oltre 1.500 poliziotti con presunti collegamenti con il Feto erano stati sospesi dalle funzioni. 

Inoltre, Il ministro ha detto che a breve arriverà la risposta dagli Stati Uniti sulla richiesta di arresto e estradizione di Fethullah Gülen, sospettato di essere la mente del fallito golpe del 15 luglio, Bozdag ha detto che si applicherebbero al Dipartimento di Giustizia americano per un nuovo appuntamento questo settimana per discutere la questione.