UCRAINA. Nel 2021 Kiev esporterà gas

130

di Anna Lotti UCRAINA – Kiev 27/12/2016. Il ministro dell’Energia e dell’Industria del carbone dell’Ucraina Igor Nasalik ha detto che tra quattro anni l’Ucraina inizierà a esportare gas. «L’Ucraina sta lavorando attivamente per ridurre la dipendenza dalle importazioni di gas (…) Nel 2020, l’Ucraina non sarà dipendente dalle importazioni, e dal 2021 esporterà gas» ha detto il ministro, in Parlamento il 23 dicembre. Secondo quanto riporta Ria Novosti, il primo ministro Vladimir Groisman aveva detto in precedenza che l’Ucraina in cinque anni, prevede di aumentare la propria produzione di gas di 7 miliardi di metri cubi, che permetteranno a Kiev di rinunciare alle importazioni di gas e di raggiungere l’indipendenza energetica.

L’Ucraina ha smesso di comprare il gas direttamente dalla Russia nel novembre dello scorso anno dopo che Gazprom aveva chiesto il pagamento completo dei debiti legati alle forniture; comprandolo inversamente dall’Ue.
Nel corso della trilaterale russo-ucraino-europea ai primi di dicembre, Kiev ha accettato di acquistare dalla Russia quattro miliardi e mezzo di metri cubi di gas quest’inverno, e Mosca ha confermato la volontà di garantire l’approvvigionamento sia della Ue che dell’Ucraina, ma non è stato possibile concordare la ripresa delle forniture. Kiev, infatti, insiste sulla firma di un accordo aggiuntivo al contratto con Gazprom, che avrebbe abolito il principio “take or pay”, mentre Gazprom al massimo vede uno scambio di lettere.