Aeroporto di Bangkok, il caso Thoopgrajank fa discutere

31

THAILANDIA – Bangkok. 26/06/15. Continua il dibattito sulla sicurezza dell’aeroporto di Bangkok.

Secondo i funzionari aeroportuali thailandesi le misure di sicurezza aeroportuali sono adeguate e i funzionari non hanno avuto un trattamento speciale per l’ex capo della polizia di Bangkok, che è stato arrestato all’inizio di questa settimana a Tokyo con una pistola carica nel suo bagaglio. Il generale Comronwit Thoopgrajank è stato arrestato lunedì di questa settimana al Narita International Airport di Tokyo sulla via del ritorno a Bangkok con una pistola contenente cinque proiettili nel bagaglio a mano. A dirlo alla testata Gulf News, Asia un funzionario di polizia del Narita che ha parlato a condizione di anonimato. Il funzionario ha detto Comronwit ha detto di aver dimenticato la pistola nella sua valigia. I Media thailandesi avevano riferito che la pistola è stata trovata nel suo bagaglio a mano. Comronwit è stato capo della polizia di Bangkok dal 2012al 2014. Il suo arresto è finito sulle prime pagine delle testate in Thailandia che hanno puntato il dito sulla mancata sicurezza aeroportuale. Ora l’intero settore dell’aviazione della Thailandia è finito sotto i riflettori. Una brutta vicenda che arriva poco dopo la bocciatura da parte delle Nazioni Unite in materia di sicurezza sul “traffico aereo della Thailandia. Secondo le NU la Tahilandia non è riuscita a rispettare le scadenze e non ha affrontato i problemi di sicurezza circa la supervisione delle sue compagnie aeree. L’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile ha detto che la sua preoccupazione è concentrata sulla capacità della Thailandia di condurre certificazioni di operatore aereo.
I funzionari dell’aeroporto Suvarnabhumi hanno indetto una conferenza stampa ieri in cui hanno negato qualsiasi violazione della sicurezza. Hanno mostrato una presentazione dettagliata di screenshot di filmati CCTV che mostrano Comronwit entrare in aeroporto e passare attraverso la sicurezza, mentre si toglie le scarpe e ha due bagagli a mano controllati da uno scanner di sicurezza. «I risultati possono confermare che nessun arma o munizione sono stati trovati» nei bagagli a mano dell’ufficiale in pensione, ha detto il Direttore del Suvarnabhumi Airport, Sirote Duangratana. Abbiamo dimostrato che: «il bagaglio a mano non conteneva alcun materiale pericoloso». Ha chiosato Duangratana.
«Il nostro sistema è conforme alle norme che vengono utilizzate in tutto il mondo», ha detto Sirote, aggiungendo che Comronwit non è stato dato alcun trattamento speciale. Gli agenti di polizia di alto rango in Thailandia sono abitualmente oggetto di un trattamento VIP. In Giappone, una pistola è illegale tranne che per la polizia e gli altri autorizzati per altri scopi limitati e i trasgressori possono essere condannati fino a 10 anni di carcere.
Secondo la legge giapponese, i pubblici ministeri hanno fino a 23 giorni per decidere se sporgere denuncia.