Il discorso di Morsi

51

EGITTO – Il Cairo. Mohamed Morsi ha promesso di impedire a chiunque di estendere il periodo di transizione in Egitto, affermando che era rispettoso delle opinioni di ogni partito politico, mentre migliaia di manifestanti continuavano a manifestare contro Morsi.

«La dichiarazione sui poteri del presidente è stata necessaria per venire incontro alle necessità della fase attuale in Egitto, non c’è alcuno spazio ne intenzione di rimettere in piedi né l’autocrazia né la dittatura», ha detto Morsi in un’intervista televisiva apparsa sulla tv di Stato. «La dichiarazione sui poteri presidenziali è temporanea e si concluderà non appena il popolo egiziano avrà deciso della nuova costituzione attraverso un referendum» ha poi aggiunto. Morsi ha difeso il suo decreto come manifestazione di un bisogno di allontanare del tutto i resti dell’era Mubarak. Sollecitando il sistema giudiziario di rispettare la separazione di poteri, Morsi ha affermato che, alla luce della mancanza di un Parlamento, il legislativo era dominio del presidente che ha preso i diritti sovrani dell’allora Consiglio Supremo delle Forze Armate. Ha poi aggiunto che un leader non deve chiarire al pubblico le motivazioni di una decisione importante. Nelle manifestazioni del Cairo almeno tre persone sono state uccise e più di 600 sonno state ferite.