CINA. Sarebbe pronta la seconda portaerei cinesi

48

La prima portaerei “fatta in casa” dalla Cina, la sua seconda, ha effettuato delle prove in mare navigando attraverso lo stretto di Taiwan nei giorni scorsi; la nave sarebbe così tecnicamente pronta e potrebbe essere messa in linea a breve, avendo base a Sanya, nella provincia di Hainan Cina del sud. Accompagnato da una flotta di scorta, la portaerei è entrata nello stretto di Taiwan il 16 novembre secondo informazioni ufficiali di Taiwan, riprese da Global Times.

Si tratterebbe della nona prova in mare con partenza da Dalian nella provincia di Liaoning della Cina nordorientale, riporta il sito wenweipo di Hong Kong.

A differenza del Lianoning, questa seconda portaerei ha effettuati suo giro nello Stretto prima di esser messa in linea. Ciò indicherebbe che la nave da guerra è ora tecnicamente pronta, e questo lungo viaggio potrebbe essere la fine delle prove in mare prima della sua entrata in servizio. Dal suo varo, aprile 2017, ha finito tutti i relativi test e può essere messa in linea in qualsiasi momento.

Lo Stretto di Taiwan è stato anche un buon test per la nave da guerra, in quanto è lontana dal suo cantiere navale. Solitamente, si tiene una cerimonia di entrata in servizio in una base militare e invase ala rotta tenuta la portaerei è passata per lo stretto di Taiwan per arrivare finalmente alla sua possibile base madre, dove entrerà ufficialmente in servizio.

Nel novembre 2013, la portaerei Liaoning per la prima volta fu ormeggiata in un porto a Sanya, Hainan, riporta Xinhua.

La base navale di Sanya è un grande porto che ha strutture atte a soddisfare le esigenze di grandi navi, secondo Xinhua. Ciò significa che la Cina già ha una seconda base navale capace di ospitare una portaerei oltre a quella di Qingdao, nella provincia di Shandong della Cina orientale, che serve come base madre per il Liaoning.

Tommaso dal Passo