A scuola dai Marines per assaltare le isole?

67

USA – Oceanside. Circa 200 soldati giapponesi della Self-Defense Force si sono uniti ai Marine e marinai statunitensi per l’inizio della annuale esercitazione Iron Fist, esercitazione d’interoperabilità che ha luogo nel sud della California.

L’esercitazione avrà inizio il 22 gennaio a Camp Pendleton, in California. Circa 1.000 Marines e marinai del 13 ° Marine Expeditionary Unit parteciperanno alle manovre; a questi si aggiungerà personale logistico e uno squadrone anfibio; Iron Fist terminerà il 15 febbraio. L’esercitazione prevede l’utilizzo della formazione meccanizzata a Camp Pendleton, della formazione anfibia sull’isola di San Clemente e una combinata presso il Marine Corps Air-Ground Combat Center di Twentynine Palms.

A differenza degli anni precedenti, le truppe giapponesi trascorrerano circa una settimana nel centro di combattimento nel deserto del Mojave, dove si praticano addestramenti di piccole unità tattiche e si conducono simulazioni con il supporto aereo ravvicinato e a fuoco in formazione con i Marine.

La forza congiunta volerà poi verso il mare per trascorrere alcuni giorni a bordo della nave anfibia d’assalto Boxer e proveranno uno sbarco dalla nave nel porto di Pearl Harbor in formazione anfibia e a fuoco sull’isola di San Clemente, che si trova circa 70 km a ovest di San Diego. La formazione comprende il sostegno navale a fuoco attivo attraverso il lancio di missili dall’incrociatore Lake Champlain.

Iron Fist culminerà in una due giorni di esercitazione finale, a partire da 13 febbraio, in cui la forza si muoverà per via aerea, veicoli d’assalto e mezzi da sbarco simulando uno sbarco anfibio a Red Beach e conducendo operazioni urbana in una città.

Il Corpo dei Marines ospiterà i soldati giapponesi a Camp Pendleton.