Cameron e Widodo uniti contro DAASH

8

INDONESIA – Bali 28/07/2015. Il 28 luglio, il primo ministro britannico David Cameron si è detto d’accordo con le proposte del presidente indonesiano Joko Widodo di affrontare insieme l’estremismo, e in particolare, lo Stato islamico.

Cameron è in visita in Indonesia, una visita che si concluderà lo stesso 28 luglio, prima tappa di un tour che lo porterà in quattro paesi: Indonesia, Singapore, Malesia e Vietnam. «Abbiamo concordato di intensificare i nostri sforzi comuni, sia per affrontare la minaccia terroristica che per contrastare la narrativa mediatica estremista», ha detto il primo ministro britannico ripreso dalla Bbc.
Daash è un «nemico comune», ha detto Cameron e, unendo insieme gli sforzi, i due paesi potrebbero proteggersi meglio da questa minaccia, ha poi aggiunto.
Il premier britannico ha aggiunto che il suo paese potrebbe imparare molto dall’approccio di Jakarta nella lotta al terrorismo, in particolare, attraverso un programma di scambio tra leader religiosi e comunitari volti a promuovere una migliore comprensione tra i due Paesi.
Cameron ha promesso di aiutare Widodo ad incrementare le misure anti-terrorismo nel paese, fornendo alla polizia indonesiana una formazione antiterrorismo ad hoc e facilitando miglioramenti della sicurezza nei principali aeroporti di Bali e Jakarta.
Lo Stato Islamico e altri gruppi terroristici stanno letteralmente inondando di propaganda in lingua locale l’area e si crede che l’appoggio tra la popolazione sia in crescita costante. Circa 500 persone provenienti dall’Indonesia, che ha la più grande popolazione musulmana del mondo, e 200 dalla Malesia si sarebbero uniti allo Stato Islamico. Sono aumentati i timori sulla possibilità della scarcerazone dei terroristi islamici autori della strage di Bali, e del giuramento di fedeltà a Daash del leader estremista indonesiano Abu Bakar Bashir.

I due leader hanno anche discusso della cooperazione economica. Widodo ha accolto con favore il crescente investimento del Regno Unito nel suo paese, aumentato del 34 per cento nel 2014, e ha esortato Londra a investire di più nelle infrastrutture indonesiane.