Pirati Cyber nel Golfo di Guinea?

11

GHANA – Accra 05/03/2016. Il Maritime Trade Information Sharing Center, Gulf of Guinea (Mtisc-GoG) ha negato di aver subito una violazione dei dati che potrebbe aver portato i pirati a conoscere i dettagli, posizione compresa, sulle navi nella regione.

«Mtisc-GoG è a conoscenza delle accuse infondate contenute nella Dichiarazione Isps della Guardia costiera danese per quanto riguarda la sicurezza delle informazioni presso il Centro di Accra, in Ghana. Nonostante le richieste urgenti di ulteriori informazioni, non ne è stata fornita alcuna dalle autorità danesi», riporta Helpnetsecurity. La Guardia costiera danese ha infatti fatto la denuncia il 23 febbraio, e il The Standard Club, assicuratore settore maritime ha emesso un alert: «I membri devono essere consapevoli che ci sono stati di recente rapporti di una violazione della sicurezza nella condivisione del Maritime Trade Information Center, Gulf of Guinea, con fuoriuscita di informazioni che permetterebbero di lanciare dirottamenti nella zona (…) Anche se questa violazione non è ancora stata formalmente confermata, è fortemente consigliato che le navi facciano attenzione quando si riferisce al Mtisc-». Il Consiglio marittimo baltico e internazionale (Bimco) ha nel frattempo emesso una raccomandazione secondo cui «le navi che entrano nell’area di notifica delle navi per l’Africa occidentale dovrebbero continuare a registrare con Mtisc-GoG al fine di ricevere rapporti sugli incidenti, ma di limitare la fornitura di qualsiasi informazione atta a consentire alle navi di essere identificate o monitorate. Questo permetterà la continuità della sicurezza di trasporto nella regione». Mtisc-GoG ha detto che le informazioni «non sono sufficienti da essere utilizzati dai pirati per pianificare ed eseguire attacchi», ma che stanno rivedendo le procedure di sicurezza delle informazioni, si legge nel comunicato. «La sicurezza delle informazioni è della massima importanza per Mtisc-GoG e qualsiasi suggerimento sulla mancata osservanza delle norme verrà utilizzato». La autorità di Accra stanno cercando di avere maggiori dettagli sulla presunta violazione denunciata da parte delle autorità danesi, e non sanno se la sicurezza sia stata violata dall’esterno o da un insider.