COREA DEL NORD. Kim scala le montagne e si accorda con l’ONU

469

In un articolo comparso sul Rodong Sinmun, il giornale del partito di Kim Jing un, ritorna a difendere la scelta balistico-nucleare fatta da Pyongyang per proteggere la sua sovranità, integrità territoriale e pace regionale dalla minaccia Usa. «La costruzione di forze nucleari, da parte della Rpdc, è l’opzione strategica più giusta per porre fine definitivamente alla pressione oltraggiosa delle forze ostili, ai ricatti militari e politici contro la Rpdc. Più grande e migliore è la capacità di attacco nucleare della Rpdc, più forti saranno i suoi muscoli per contenere gli aggressori (…) Il suo Icbm Hwasong-15 non rappresenterà mai una minaccia per nessun paese o regione se non si violano i suoi interessi. Il suo deterrente nucleare è solo quello di affrontare gli imperialisti statunitensi, il nemico giurato del popolo coreano». 

Il nuovo attacco verbale contro gli Usa segue, di poco, la fine della visita del Sottosegretario Generale Onu, Jeffrey Feltman, che ha portato l’organismo internazionale e Pyongyang a decidere la creazione di contatti e visite su basi regolari. «In queste riunioni, la nostra parte ha detto che la politica degli Stati Uniti di ostilità nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea e il suo ricatto nucleare sono da biasimare per l’attuale situazione tesa nella penisola coreana», riporta Kcna. Pyongyang ha anche detto di aver concordato con l’Onu «di regolarizzare le comunicazioni attraverso visite a vari livelli». L’agenzia non fa menzione di alcun incontro con Kim Jong-un; Feltman, poi, ha detto che le sanzioni stanno colpendo duramente la società civile nordocoreana: «Il sottosegretario generale delle Nazioni Unite ha espresso l’intenzione di lottare per la cooperazione umanitaria in linea con la missione umanitaria» delle Nazioni Unite, prosegue Kcna.

Secondo il Rodong Sinmun, inoltre, Kim Jong un ha visitato la provincia settentrionale di Samiyon e ha scalato il monte Paektu. Per il giornale, Kim «aveva spesso scalato il monte Paektu ,ma questa è la prima volta che lo fa in pieno inverno con un tempo così bello, raro da essere visto anche in primavera» (nella foto). Va ricordato che il Monte Paektu ha un ruolo sacro nel folklore coreano ed è stato usato per dare solennità alla propaganda della famiglia Kim attraverso le diverse generazioni che si sono succedute al potere.

Antonio Albanese