ARABIA SAUDITA. Ultimatum a Doha in 13 punti

235

Ultimatum saudita al Qatar in 13 punit. Tra di essi spicca la chiusura di Al Jazeera.

Le richieste, riportate da Afp,  sono:

1)Fermare i legami diplomatici con l’Iran e chiudere le missioni diplomatiche. Espellere i membri della Guardia Rivoluzionaria dell’Iran e tagliare ogni cooperazione militare congiunta con l’Iran. Sarà consentito solo il commercio e il commercio con l’Iran conforme alle sanzioni statunitensi e internazionali.

2) Eliminare tutti i legami con le “organizzazioni terroristiche”, in particolare la Fratellanza Musulmana, lo Stato islamico, Al-Qaida e Hezbollah di Libano. Dichiarare formalmente tali entità come gruppi terroristici.

3) Chiudere al-Jazeera e le sue stazioni di affiliazione.

4) Chiudere tutte le pubblicazioni che il Qatar finanzia, direttamente e indirettamente, tra cui Arabi21, Rassd, Al-Araby Al-Jadeed e Middle East Eye.

5) Interrompere immediatamente la presenza militare turca in Qatar e porre fine a qualsiasi cooperazione militare con la Turchia all’interno del Qatar.

6) Bloccare tutti i flussi di finanziamento per individui, gruppi o organizzazioni che sono stati designati come terroristi da Arabia Saudita, UAE, Egitto, Bahrein, Stati Uniti e altri paesi.

7) Rimpatriare i “terroristi” ricercati da Arabia Saudita, Uae, Egitto e Bahrein. Bloccare le loro risorse e fornire le informazioni desiderate sulla loro residenza, i loro movimenti e le loro finanze.

8) Interrompere definitivamente d’interferire negli affari interni dei paesi sovrani. Smettere di concedere la cittadinanza ai cittadini ricercati dall’Arabia Saudita, dagli Emirati Arabi Uniti, dall’Egitto e dal Bahrein. Annullare la cittadinanza ai cittadini peri quali  cui tale cittadinanza viola le leggi di questi paesi.

9) Interrompere tutti i contatti con l’opposizione politica in Arabia Saudita, Uae, Egitto e Bahrein. Consegnare tutti i documenti inerenti i contatti precedenti del Qatar in cui si sostengono questi gruppi di opposizione.

10) Pagare le riparazioni e le indennità per chi ha perso la vita oh subito altre perdite finanziarie causate dalle politiche di Qatar negli ultimi anni. La somma verrà determinata in coordinamento con il Qatar.

11) Consentire a revisioni mensili per il primo anno dopo aver accettato le richieste, una volta ogni 4 mesi durante il secondo anno. Per i seguenti 10 anni, il Qatar sarebbe monitorato annualmente per la conformità.

12) Allinearsi con gli altri paesi del Golfo e i Paesi arabi militarmente, politicamente, socialmente ed economicamente, nonché sulle questioni economiche, in linea con un accordo raggiunto con l’Arabia Saudita nel 2014.

 

13) Accettare tutte le richieste entro 10 giorni dalla loro presentazione al Qatar, o l’elenco diventa non più valido.