Tensione nippo-sudcoreana

74

GIAPPONE – Tokyo 08/04/2015. Il 7 aprile, il governo giapponese ha adottato nuove Linee Guida Diplomatiche per il 2015.

Nel testo, riporta la Yonhap, è stata eliminata la frase che descrive i rapporti con la Corea del Sud fondati sulla condivisione di valori fondamentali quali la «democrazia e i diritti umani» e in cui compare una frase in cui le contese isole Dokdo vengono descritte come «territorio sovrano» nipponico. 

Nelle Linee Guida, la posizione nipponica per ciò che concerne le sue relazioni con la Corea del Sud viene descritta così: «La Corea del Sud è il nostro partner più importante della regione, e le relazioni amichevoli con la Corea del Sud sono indispensabili per la pace e la stabilità nella regione Asia-Pacifico». Dopo questo passaggio, la frase che afferma la condivisione di valori è stata eliminata sia dal sito del ministero degli Esteri giapponese all’inizio di marzo 2015, e poi dalle Linee Guida. Per quanto riguarda la questione Dokdo (Takeshima per il Giappone), il governo giapponese ha mantenuto lo stesso tono usato nel medesimo documento del 2000, descrivendole come «territorio sovrano del Giappone, storicamente e in termini di diritto internazionale». Cancellare l’espressione “valori fondamentali” dalla descrizione delle relazioni con la Corea del Sud potrebbe essere visto come una diminutio dello spirito di partenariato che è stato la base per lo sviluppo delle relazioni bilaterali nel primo decennio del secolo. Per Yonhap è un balzo all’indietro. Il ministero degli Esteri sudcoreano ha rilasciato una dichiarazione di condanna delle Linee Guida Diplomatiche del Giappone e ha convocato i vertici della rappresentanza diplomatica nipponica per chiarimenti.