Yerevan, tagli alle pensioni

64

ARMENIA – Yerevan. 21/06/14. Il governo armeno, il 17 di giugno, fonte agenzia di stampa Mediamax, ha approvato il pacchetto di emendamenti e incentivi alla legge sul sistema pensionistico accumulativo e altre leggi la cui adozione è in ottemperanza alla decisione della Corte Costituzionale armena.

«Il pacchetto di incentivi economici serve a far sì che non vi sia una diminuzione del reddito disponibile dopo che la legge sul sistema pensionistico accumulativo entrerà in vigore» si leggein una nota stampa del governo armeno. Il pacchetto prevede il lancio del nuovo sistema per i dipendenti pubblici il 1 aprile 2014 e l’introduzione nel settore privato su base volontaria e graduale entro tre anni. I pagamenti obbligatori, fissati dalla normativa ed entrato in vigore il 1 ° gennaio 2014 e saranno pari al tasso del 5% ma solo per alcune fasce di reddito, sopra tale soglia non saranno più obbligatori i versamenti, a quel punto sarà il lavoratore a scegliere quanto versare per la sua pensione. La soglia salariale di AMD 500.000 e, in caso di retribuzioni più elevata di quella non saranno effettuati pagamenti sociali», ha riferito il servizio stampa del governo armeno. I progetti di legge saranno sottoposti ora all’Assemblea nazionale armeno.