L’Armenia apre le porte agli Yazidi iracheni

30

ARMENIA – Yerevan. 21/08/14. L’Unione Mondiale degli Yazidi ha deciso che 200 famiglie Yazidi che soffrono persecuzioni e violenze da parte di militanti islamici si stabiliranno in Artsakh, a dirlo è stato Aziz Tamoyan, capo della Comunità Yazidi in Armenia, all’agenzia ArmInfo.

 

Secondo lui, le autorità di Artsakh hanno già espresso la disponibilità a ricevere e sostenere le famiglie Yazidi perseguitate da ISIS. «Gli Yazidi di Armenia hanno già avviato la raccolta di fondi per le spese di trasporto di queste famiglie», ha detto Tamoyan. In precedenza, il portavoce del presidente dell’NKR, David Babayan ha detto che Artsakh è pronta a dare riparo ai Yazidi dall’Iraq. Il 15 agosto, il Ministero degli Esteri dell’Armenia ha riferito che il governo invierà aiuti umanitari per un importo di 50.000 dollari per gli Yazidi iracheni che erano fuggiti dalle loro case per evitare di sterminio da parte di militanti ISIS. Più tardi, il 18 agosto, Armen Saghatelyan, portavoce del presidente armeno Serzh Sargsyan ha detto il presidente ha chiesto di raddoppiare le missioni diplomatiche all’estero per una la soluzione del problema dato. Il presidente e il primo ministro stanno pensando come aumentare l’aiuto umanitario previsto per gli Yazidi iracheni. La questione degli aiuti umanitari sarà risolta in pochi giorni, ha detto.  

CONDIVIDI
Articolo precedenteSocial Media Jihad
Articolo successivoPerse Tripoli e Bengasi?