Come portare il WiFi all’India rurale

49

STATI UNITI D’AMERICA – Menlo Park 08/08/2016. Dopo il fallimento di Facebook Free Basic, un’iniziativa volta a fornire l’accesso gratuito ad Internet in India, a causa della violazione dei principi di neutralità della rete, Facebook ha rilanciato il suo piano per fornire Internet nelle zone rurali dell’India.

Stavolta però, riporta The Hacker News, Facebook sta per lanciare un servizio WiFi commerciale nel subcontinente indiano. Facebook, infatti, sta testando un servizio Wi-Fi nelle zone rurali dell’India, permettendo alle persone senza connessione internet di acquistare pacchetti di dati accessibili dai loro fornitori di servizi Internet (Isp) locali, per accedere alla rete tramite hotspot locali. India ha vietato Free Basic per difendere la neutralità della rete: una ampia campagna a favore della neutralità della rete ha sostenuto che offrendo gratuitamente alcuni siti e servizi web, si scoraggiava di fatto a servire o andare su altri siti. Riporta poi Economic Times che Facebook ha stretto una partnership con il vettore statale di rete Bharat Sanchar Nigam Ltd (Bsnl) per lanciare il suo programma Express Wi-Fi, lanciando 125 hotspot WiFi pubblici rurali in India. Se la fase di test avrà successo, Facebook Express Wi-Fi ha il potenziale per fornire connessione internet a una base enorme di utenti: attualmente, 462 milioni di persone in India usano Internet, con una velocità di connessione media più bassa tra gli altri paesi asiatici. Visto che solo un terzo di tutta la popolazione del paese ha accesso a internet, l’India è un mercato goloso per Google e Facebook. Entrambe le aziende stanno inventandosi una serie di artifici per portare internet nelle aree rurali con droni, palloni d’alta quota, e raggi laser.