Walmart ko a New York, vola in India

57

Il più grande rivenditore al mondo, è stato messo fuori gioco dai sindacati e dai piccoli negozianti che non appena hanno saputo che Walmart si preparava ad aprire un negozio nella Grande Mela sono scesi in piazza facendo fare dietro front alla multinazionale della vendita.

la manifestazione per certi aspetti assomigliava a quella indiana, tuttavia, a differenza dell’India, dove l’opposizione a lasciare in grandi distributori come WalMart nasce dalla paura dei piccoli negozianti di essere spazzati via dal gigante.  A New York, Walmart la settimana scorsa ha ritirato da un progetto, denominato Gateway II, sviluppato da società collegate a Brooklyn dopo che i sindacati locali, alcuni membri del Consiglio Comunale e gruppi della comunità locale che non sembrano gradire l’ingresso di Walmart in città. «Il Ritiro Walmart dal Gateway II, dimostra che quando i newyorkesi decidono per il no, anche rivenditore più ricco del mondo non può competere con loro», ha detto Stephanie Yazgi, un portavoce Walmart. L’azienda, nonostante la cacciata non si arrende ed ha già fatto sapere che è ancora interessata ad aprire un negozio in città. «Due cose rimangono costanti: la maggior parte abitanti di New York ci vogliono qui, e restiamo interessati a fornire un accesso più comodo a Walmart per i residenti».

Walmart è la terza società più grande del mondo, secondo la classifica Fortune Global 500, considerato il più grande datore di lavoro privato del mondo, con oltre due milioni di dipendenti che lavorano a 8.500 negozi in 15 paesi, con 55 nomi diversi guadagnato un enorme $ 446,950 miliardi di dollari nel 2012.
Nei soli Stati Uniti ha più di 4.000 negozi, ma solo una manciata nelle grandi città. Non c’è nessuno finora a New York o entro i limiti della città di Washington DC, ma ci sono decine di Walmarts tentacolare entro 40 km in sobborghi circostanti in Maryland e Virginia.
Nel frattempo, il Wall Street Journal ha riportato da Hong Kong che WalMart prevede di aprire i suoi primi negozi al dettaglio in India nei prossimi due anni dopo la decisione di Nuova Delhi di consentire agli stranieri multipara, ai rivenditori, di ampliare la loro presenza. «Ci impegniamo nella vendita al dettaglio in India» ha detto Scott Price, CEO di WalMart in Asia.