VIETNAM. Starlink litiga con Hanoi e scompare il servizio alla sua guardia costiera

43

La spinta di SpaceX a fornire servizi di comunicazione al Vietnam attraverso la sua rete satellitare Starlink si è fermata e in contemporanea è scomparso il supporto per i droni della sua guardia costiera.

Stando a AF, le autorità di Hanoi desideravano aggiornare l’infrastruttura Internet del paese dopo delle interruzioni nei cinque principali cavi sottomarini in fibra ottica. Il Paese ha inoltre bisogno del servizio satellitare sia per le sue regioni montuose che per le aree offshore nel Mar Cinese Meridionale, dove è spesso in contrasto con la Cina sui confini contesi.

I colloqui tra la società di Elon Musk e le autorità vietnamite erano in corso da mesi l’anno scorso, SpaceX e i rappresentanti del ministero dell’Informazione vietnamita hanno tenuto diversi incontri almeno dalla metà dello scorso anno fino a novembre 2023.

Ma le discussioni sono state interrotte nell’ultimo trimestre del 2023 quando è diventato chiaro che i legislatori del paese non avrebbero alleggerito i limiti relativi alla proprietà straniera per SpaceX.

La sospensione dei colloqui ha portato all’interruzione, a partire da novembre, dei servizi pilota precedentemente non dichiarati di Starlink per la guardia costiera del Vietnam, che utilizzava i satelliti per guidare i droni nel Mar Cinese Meridionale e nel Golfo della Thailandia.

SpaceX stava cercando un’eccezione alle regole vietnamite che limitano la proprietà straniera a una quota non di controllo del 50% delle società di telecomunicazioni con infrastrutture di rete, hanno affermato le fonti di AF.

Ma la revisione della legge nazionale sulle telecomunicazioni, approvata dal parlamento a novembre, non ha attenuato i limiti.

In un progetto di decreto pubblicato a febbraio, inteso ad attuare la legge rivista, le autorità hanno aggiunto requisiti per i fornitori di servizi satellitari in merito alla presenza locale e ai controlli del traffico dati. SpaceX avrebbe anche discusso con il Vietnam sulla fornitura di servizi tecnologici per gli avamposti militari.

SpaceX fornisce servizi satellitari dai suoi oltre 5.000 satelliti in orbita bassa a clienti in molti paesi e un servizio Internet specifico per il settore militare chiamato StarShield per il Pentagono.

Le autorità di Pechino sono estremamente preoccupate per il servizio satellitare, che ha mostrato il suo enorme valore strategico quando è stato fornito all’Ucraina nella sua guerra contro la Russia.

Da allora la Cina si è affrettata a creare la propria rete satellitare globale a bassa orbita, ma il suo atteggiamento nei confronti di Starlink rimane invariato.

Luigi Medici 

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/