Venezuela, svaluta il bolivar e rilancia la crescita

63

VENEZUELA – Caracas. Non c’era altra soluzione che svalutare la moneta per dare una spinta all’economia. A riferirlo il Ministro per le Finanze del Venezuela venezuelano Jorge Giordani che l’8 febbraio ha annunciato la svalutazione del bolivar da 4,3 per dollaro a 6,3  per dollaro. Il tasso di cambio corrente rimarrà per talune importazioni, ha continuato Giordani.

«Il Governo aveva poca scelta – ha dichiarato alla televisione di stato -». A conferma di ciò la Banca Centrale del Venezuela nella sua relazione del 15 febbraio, secondo l’Agenzia Bolivariana de Noticias, avrebbe detto che la svalutazione della moneta cerca di migliorare il benessere della popolazione, raggiungendo l’obiettivo di inflazione 14-16%, e la crescita economica del 6% per il 2013.

«L’adeguamento del tasso di cambio non è un provvedimento isolato, ma parte di un insieme di azioni che sono, ad esempio, le politiche di finanziamento per piccola e media industria, la formazione della forza lavoro, gli sviluppi aziendali produzione sociale e in un posto di rilievo, l’investimento di oltre 500.000 milioni di dollari per la salute, l’istruzione, beni e servizi per soddisfare le esigenze di base della popolazione» scrive nella relazione la BCV.

Non solo la svalutazione della moneta, sempre secondo la Banca Centrale, «ha anche lo scopo di ottimizzare l’uso di valuta estera nel paese per rilanciare l’economia produttiva e delle esportazioni non petrolifere».

A questo proposito, il presidente della BCV, Nelson Merentes,ha spiegato come i titoli indiani sono stati progettati per bilanciare benefici economici e sociali per sostenere la popolazione. «C’è un nuovo stato che si occupa di quei problemi critici della società., Ad esempio, Integral Centri diagnostici (CDI) e Mercal in tutto il paese, vi è una nuova istituzione che non esisteva e che è al servizio delle persone con meno risorse, vale a dire, che queste misure non possono essere viste nello stesso contesto storico (del 90)», ha detto Merentes.

La relazione della BCV fa riferimento anche al montaggio delle Autorità di recente istituzione come l’Autorità per l’ottimizzazione di sistema di Cambio, che comprende i Ministeri di Pianificazione e Finanza, Industria Mineraria e Petrolio e BCV.

L’Autority è responsabile della progettazione, pianificazione e attuazione della politica di cambio e ha portato a una maggiore efficienza nella ripartizione di valuta estera. Alla stessa è affidato il compito di definire le priorità nella concessione delle monete necessarie per l’importazione di merci che servono al venezuela per garantire maggior benessere alla popolazione, concentrandosi su settori come la salute, l’istruzione, il cibo e investimenti.