Rifinanziamenti al 10% in Uzbekistan

42

UZBEKISTAN – Tashkent 29/07/2014. Il consiglio di amministrazione della Banca Centrale uzbeka ha deciso di mantenere il suo tasso di rifinanziamento al 10 per cento annuo, si legge in un comunicato della Banca Centrale uzbeka il 29 luglio.

«Questa decisione è stata presa procedendo dai fini, definiti nelle principali direzioni di politica monetaria per il 2014, così come il tasso dal tasso d’inflazione reale e prevista per l’anno in corso», secondo la dichiarazione. Il tasso di rifinanziamento fluttuante, correggibile a seconda delle dinamiche del tasso di inflazione, della domanda e dell’offerta sul mercato monetario è stato utilizzato in Uzbekistan dal 2000. È stato precedentemente riportato che la banca centrale uzbeka ha abbassato il tasso di rifinanziamento dal 12 al 10 per cento all’anno a partire dal 1 gennaio 2014. Un tasso di rifinanziamento al 12 per cento annuo è stato tenuto dalla Banca centrale dell’Uzbekistan dal gennaio 2011; poi ridotto al 14-12 per cento all’anno. Un tasso di rifinanziamento al 14 per cento annuo era stato tenuto dalla Banca centrale dell’Uzbekistan dal luglio 2006. L’inflazione, secondo i dati, è arrivata al 6,8 per cento in Uzbekistan nel 2013, secondo le statistiche ufficiali. Nel 2014, il governo prevede di mantenere l’inflazione entro il 6 – 7 per cento. Nel sistema bancario uzbeko, ci sono 27 banche commerciali, di cui 3 di Stato, 4 con capitale straniero, 11 per azioni, nonché 9 private. Il totale attivo delle banche commerciali uzbeke è aumentato del 30,3 per cento, pari a 43.900 miliardi di soum, il portafoglio totale del prestito del 29,9 per cento (pari a 26.500 miliardi di soum). Il capitale bancario complessivo è aumentato del 4,8 per cento, pari a 6.500 miliardi di soum nel 2013.