Successo per la fiera del cotone uzbeka

71

UZBEKISTSAN – Tashkent 19/10/2015. Durante l’Undicesima Fiera internazionale di cotone tenutasi a Tashkent il 15 e il 16 ottobre, l’Uzbekistan ha chiuso contratti per l’esportazione di 700 mila tonnellate di fibra di cotone e di prodotti finiti tessili per un valore di oltre 800 milioni di dollari.

Il dato è stato fornito dal ministro delle Relazioni economiche straniere, degli investimenti e del commercio Elyor Ganiev alla cerimonia di chiusura della fiera: «Questo forum ha dimostrato ancora una volta il suo ruolo speciale e la sua rilevanza per la comunità mondiale del cotone e del tessile Questi due giorni sono stati molto occupati, citiamo confrontati su temi di attualità riguardanti il presente e il futuro del settore del cotone, abbiamo raggiunto una serie di accordi per lo sviluppo di partnership» ha detto il ministro, secondo quanto riportato da Trend. I contratti per l’acquisto di fibra di cotone riguardano imprese di Bangladesh, Cina, Turchia, Singapore, Malesia, Indonesia, Vietnam, Polonia, Emirati Arabi Uniti, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Iran e Russia. Sono stati firmati accordi per l’acquisizione di aziende tessili da parte di Polonia, Turchia, Russia, Singapore, Corea del Sud e altri paesi. La fiera ha visto la partecipazione di oltre un migliaio di rappresentanti di 470 aziende provenienti da 42 paesi. L’Uzbekistan è al sesto posto al mondo in termini di produzione di cotone, e il quinto più grande esportatore. Ogni anno nel paese si coltivano circa 3,5 milioni di tonnellate di cotone grezzo e ne vengono prodotte 1,1 milioni di tonnellate di fibra di cotone.