Uzbekistan nuova capitale del cotone

130

UZBEKISTAN – Tashkent. 17/10/13. A Tashkent durante la IX Fiera Internazionale uzbeko del Cotone, Gnegi Peter, membro del consiglio di amministrazione della International Textile Manufacturers Federation «ITMF» ha parlato delle tecnologie avanzate per la produzione di tessuti In Uzbekistan.

Non solo, secondo il manager, i costi della produzione di filati sono minimi, e le figure professionali possono essere confrontate, per professionalità e produzione, con quelli dell’industria tessile indiana, che è noto per essere uno dei leader nel mercato mondiale.

I prezzi del cotone nel paese sono abbastanza stabili, e dato il basso costo di energia elettrica, possiamo concludere che il paese ha già stabilito le condizioni sufficienti per dare vita alla standardizzazione della produzione del cotone.

Peter Gnegi, poi ha espresso la volontà dell’azienda che rappresenta, Rieter AG. «In Svizzera, abbiamo lavorato per 200 anni; nella Repubblica Ceca da 20 anni; in Germania da 30 anni; in Cina da quasi 10 anni; in Ungheria da 20 anni, e di recente abbiamo aperto un ufficio di rappresentanza in Uzbekistan. Ora stimo concentrando tutti i nostri sforzi sulla produzione primaria e produzione di apparecchiature per la filatura ad anello. In futuro, il compito è quello di localizzare la produzione di Tashkent. Si precisa che in sede di attuazione dei piani per la localizzazione, particolare attenzione sarà data al nostro centro di assistenza altamente qualificato.