USA. Raddoppia la disoccupazione: oltre 6 milioni e mezzo di persone

54

Il numero di nuove persone che hanno richiesto l’indennità di disoccupazione è stato di 6,648 milioni la scorsa settimana, raddoppiando il record stabilito una settimana prima, ha detto il 2 aprile il Dipartimento del Lavoro Usa.

Nella settimana precedente, riporta Npr, che si è conclusa il 21 marzo, sono stati presentati 3,307 milioni di richieste iniziali. Ma gli analisti hanno detto che anche quel numero elevato era basso perché i siti web sull’occupazione di molti stati sono andati giù per le troppe domande, rendendo difficile per i richiedenti di presentare domanda. Un anno prima, il totale settimanale era di appena 211.000.

Gran parte degli States sono in isolamento con i cittadini costretti a stare a casa per diverse settimane per combattere la diffusione del coronavirus. Questo ha costretto la maggior parte delle imprese a chiudere, fermando l’economia e creando milioni di disoccupati.

Quasi tutti gli Stati che hanno riportato le denunce hanno citato l’ampio impatto della pandemia: «Gli Stati hanno continuato a identificare gli aumenti relativi all’industria dei servizi in generale, ancora una volta guidati dai servizi di alloggio e di ristorazione (…) Tuttavia, i commenti degli Stati hanno indicato un impatto più ampio su tutti i settori», afferma il Dipartimento.

La California ha presentato il maggior numero di nuove richieste di sussidio, con 878.727, con un aumento di 692.394. A New York, le nuove richieste sono state 366.403, con un aumento di 286.404. Il totale della Pennsylvania è stato di 405.880, con un aumento di 28.429.

Secondo le stime, il tasso di disoccupazione è destinato a salire probabilmente al 15%; un impatto che non viene fuori dalle più recenti statistiche perché fatte su dati precedenti al lockdown per covid-19. Stando ai dati di Oxford Economics, circa 20 milioni di persone perderanno il lavoro nelle prossime settimane; Goldman Sachs prevede che l’economia si ridurrà a un tasso annuo record del 34% nel prossimo trimestre.

Lucia Giannini