On line vince ISIS?

36

STATI UNITI D’AMERICA – 24/09/2014. Gli Usa starebbero perdendo la battaglia contro lo Stato Islamico sulla Rete.

Secondo The Times of Israel, lo Stato islamico è il gruppo che ha il maggior successo e diffusione nell’era social media: la sua presenza su siti social come Facebook e Twitter batte le posizioni precedenti raggiunte da altri gruppi terroristici, oltre il fatto che i social vengono usati per reclutare nuovi adepti. I tentativo fatti per contrastare questa sua presenza però non starebbero avendo il successo adeguato. L’amministrazione Usa, riporta il britannico The Guardian, sta cercando di contrastare l’influenza dello Stato islamico on line con una serie di iniziative volte a screditare il Califfato: il tentativo più grande è la campagna “Think Again, Turn Away”, organizzata dal Center for Strategic Counterterrorism Communications del Dipartimento di Stato. La campagna è destinata a scoraggiare le potenziali reclute dello Stato islamico che invece usa dei video dalla formidabile potenza comunicativa ed evocativa unica non vinta dalla campagna ufficiale statunitense.

È una guerra, questa mediatica, che la patria di Hollywood e delle case di produzione di videogiochi non dovrebbe concedersi il lusso di perdere.