Incremento dell’export Usa verso l’Iran

37

bandiereLe esportazioni statunitensi verso il mercato iraniano sono aumentate di quasi un terzo nel 2012 nonostante l’incremento delle sanzioni.

Il salto è quantificabile in queste cifre: 150,8 milioni di dollari nei 2011, 199,5 milioni di dollari nel 2012. Si tratta di dati ufficiali statunitensi che lasciano senza parole vista al politica occidentale di chiusura verso Teheran dovuta al suo programma nucleare. L’incremento maschera da un lato una perdita nel settore dei medicinali, vista la difficoltà ad onorare i conti da parte del mercato iraniana o dovuta alle misure restrittive delle autorità statunitensi e dall’altro testimonia l’incremento delle vendite di latte e di macchinari medicali, ad esempio, la cui vendita a Teheran è soggetta ad autorizzazione del ministero del Tesoro.

La parte del leone la fanno però le esportazioni di grano (89,2 milioni di dollari nell’agosto 2012), seguite poi dal latte (20,3 milioni nel 2012, 7,8 milioni nel 2011); apparecchi elettromedicali (8 milioni di dollari nel 2012 mentre erano 4,7 milioni nel 2011).