USA. Bersagli ipersonici per addestrarsi a battere Mosca e Pechino

103

La Missile Defence Agency, Mda, degli Stati Uniti ha firmato questo mese un contratto di studio di fattibilità con Stratolaunch per sviluppare il veicolo di prova ipersonico Talon-A per simulare le armi ipersoniche russe e cinesi. L’azienda mira a fornire alla Mda «un bersaglio rappresentativo e replicante la minaccia che permette loro di capire come ingaggiare e intercettare le minacce ipersoniche», riporta AT.

Non ha rivelato ulteriori dettagli sul contratto dell’azienda con la Mda. Le armi ipersoniche sono progettate per sconfiggere gli attuali sistemi di difesa missilistica volando a cinque volte la velocità del suono ed eseguendo manovre evasive durante la loro fase terminale. Stratolaunch è ora in procinto di sviluppare il suo banco di prova ipersonico Talon-A, che mira a rendere i test ipersonici più di routine. Si tratta di un veicolo Mach-6 altamente strumentato, progettato per raccogliere dati di volo durante i test. Attualmente, l’azienda sta costruendo due veicoli di questo tipo, cioè TA-0 e TA-1.

Sono progettati per essere lanciati dal velivolo vettore Roc dell’azienda, sono capaci di volo ipersonico di lunga durata e possono eseguire atterraggi e decolli autonomi da piste convenzionali. Stratolaunch mira a iniziare i test di accensione dei suoi veicoli di prova Talon-A entro la fine dell’anno, condurre voli di prova ipersonici nel 2022 e iniziare i servizi di test ipersonici per i clienti governativi e commerciali nel 2023.

Stratolaunch è stata fondata nel 2011 dal co-fondatore di Microsoft Paul Allen e dal progettista aerospaziale Burt Rutan. L’azienda è un’impresa finanziata privatamente per sviluppare un sistema di trasporto spaziale con lancio aereo che può tagliare i costi elevati e ridurre i rischi del lancio sia di merci che di equipaggi umani verso l’orbita terrestre bassa.

Il contratto Mda e Stratolaunch è l’ultima mossa negli sforzi degli Stati Uniti per sviluppare armi e contromisure ipersoniche. Il 28 ottobre, gli Stati Uniti hanno testato con successo un motore booster ipersonico, dopo una serie di test falliti sulle armi ipersoniche.

Tommaso Dal Passo