USA. Benzina avio dall’aria per l’USAF del futuro

78

La US Air Force sta collaborando con la società di trasformazione del carbonio Twelve per produrre combustibile per gli aerei militari “dal nulla”, permettendo al servizio di risparmiare miliardi di dollari sugli acquisti di carburante per l’aviazione. La partnership utilizzerà una tecnologia innovativa di trasformazione del carbonio, trasformando l’anidride carbonica dall’aria in carburante per jet.

Stando a quanto riporta The Defence Post, l’azienda ad agosto è stata in grado di produrre carburante per jet dal gas incolore e impostare il processo di creazione di carburante a zero emissioni di carbonio in grandi quantità. Secondo l’Usaf, il processo che Twelve ha sviluppato, che coinvolge acqua e energia da fonti rinnovabili, ha il potenziale per essere “altamente implementabile e scalabile”. Può anche consentire ai soldati di accedere al carburante sintetico in qualsiasi parte del mondo.

La prima fase del progetto dovrebbe essere completata entro dicembre.

In un comunicato stampa, l’aeronautica militare Usa ha spiegato che si basa molto sul carburante commerciale per condurre le operazioni, sia nazionali che al di fuori degli Stati Uniti. Di conseguenza, il servizio utilizza camion, aerei e navi per garantire che il carburante sia consegnato per soddisfare la domanda.

Tuttavia, ha sottolineato che non tutte le aree di operazione sono facilmente accessibili per i veicoli di supporto logistico, soprattutto durante i conflitti. Con il processo di trasformazione del carbonio di Twelve, le unità in missioni militari impegnative creeranno carburante senza la necessità di esperti di carburante in loco.

«La storia ci ha insegnato che le nostre catene di approvvigionamento logistico sono una delle prime cose che il nemico attacca», ha dichiarato il vice assistente segretario dell’aeronautica militare per l’energia operativa, Roberto Guerrero. «Poiché gli avversari di pari livello rappresentano sempre più una minaccia, ciò che facciamo per ridurre la nostra domanda di carburante e logistica sarà fondamentale per evitare rischi e vincere qualsiasi guerra potenziale».

Nel frattempo, il co-fondatore e amministratore delegato di Twelve Nicholas Flanders ha osservato che la trasformazione del carbonio potrebbe slegare l’aviazione dalle catene di approvvigionamento del petrolio. Ha anche sottolineato che l’azienda è disposta ad aiutare l’Air Force a trovare nuove fonti innovative di carburante per l’aviazione.

Luigi Medici